Diventare genitore, la nascita del primo bambino


Saprò come amarlo

È naturale chiedersi se si sarà in grado di amare e prendersi cura del proprio bambino. Questo periodo di esitazione che, durante il quale ti poni ogni tipo di domanda, è utile.

Ti costringe a metterti in discussione. La tua incertezza ti rende più aperto all'accoglienza e impara a prenderti cura di questo bambino. Il tuo desiderio di fare bene, di essere all'altezza, ti mette in sintonia con esso.

Tutti i bambini sono diversi, il tuo è unico, quindi avrai bisogno di tempo per capirlo, per decodificare il suo pianto. Non possiamo comportarci allo stesso modo con ogni bambino (spesso sentiamo sorpresi i genitori che hanno parecchi bambini: nessuno è uguale!).

Prima di essere un genitore, eri un bambino tu stesso e i tuoi genitori & # 39; il modello conta nel modo in cui lo fai. Cercherai di essere tanto competente quanto loro, o più competente se ti sembra che non lo fossero. Dubitare delle tue abilità è normale, ma imparerai a fidarti di te e del tuo bambino.

Avere … o non avere l'istinto materno

Parliamo di istinto quando alla nascita del tuo bambino, senti spontaneamente il desiderio di proteggerlo, di dargli immediatamente ciò di cui ha bisogno (essere allattato al seno, riposare tra le tue braccia, sentire il tuo calore, essere coccolato …) . Ciò che ti porta verso di lui evoca quello, istintivo, dell'animale che ha appena partorito e si prende cura dei suoi piccoli (leccandolo, nutrendolo, ecc …)

È possibile, tuttavia, che non provi immediatamente questa dipendenza: un parto doloroso, la grande stanchezza dei primi giorni, tutte le nuove cose che devi imparare a fare e le notti abbreviate … avere qualcosa per inondare il tuo entusiasmo . E questo bambino, ne hai avuto un'idea inconscia, che non sembra necessariamente.

Inoltre, la responsabilità di un neonato può improvvisamente sembrare insormontabile. Diventare genitori può essere la cosa più naturale del mondo, ma non è facile.

Philippe Ariès, Edward Shorter, Élisabeth Badinter, tra gli altri, ritengono che l'istinto materno sia un sentimento moderno, costruito socialmente per rispondere agli interessi dello stato …

Se il blues non passa

D'altra parte, se si manifesta una certa tristezza (non ti senti all'altezza, hai difficoltà a comunicare con il tuo bambino, non ti senti a tuo agio con lui e ti senti permanentemente sulle lacrime sull'orlo …), non sentirti in colpa e non preoccuparti, questo stato, che viene comunemente chiamato "baby-blues", è frequente e generalmente transitorio. Potrebbe durare alcuni giorni dopo il tuo ritorno dalla maternità, ma non oltre.

Se si verificano gli stessi sintomi o si sente strano nella testa, potrebbe essere la depressione postnatale che richiede cure mediche. È vitale sia per il bambino che per te non essere solo con le tue difficoltà e parlarne con il tuo medico o il centro PMI.

Dare di volta in volta

Fidati del tempo, chi nascerà tra te e il tuo bambino. A poco a poco, impari a rispondere ai suoi desideri, la sua soddisfazione è immediata (non piange più, sorride, cinguetta …) e questo ti rende felice. Si addomesticano a vicenda.

A livello pratico, non rifiutare l'aiuto che ti viene offerto, iniziando dividendo i compiti tra mamma e papà. Tutti devono lasciare il segno. Papà a volte può aver paura di prendersi cura del neonato che sembra così fragile. È tuttavia essenziale che possa legare con il suo bambino, cullandolo tra le sue braccia, parlando con lui, scambiandosi sguardi e sorrisi con lui, cambiandolo …

Appoggiati anche a chi ti circonda (famiglia, amici o vicini). A volte ti basta preparare un pasto, aiutarti a pulire la casa o semplicemente farti compagnia, perché il morale è alto. Vedrai che non appena una certa routine sarà stata messa in atto, sarai in grado di prenderti perfettamente cura del tuo bambino e la fatica dei primi giorni sarà solo un brutto ricordo.

2 + 1 = 3

Un bambino rappresenta un grande cambiamento. Eri una coppia e diventi una famiglia, passando da due a tre persone. Cerca di non trascurare la tua vita sentimentale. Se riesci a scaricare un po 'i tuoi genitori o i tuoi amici per uscire un po', ti farà molto bene e per un neonato, niente batte un genitore felice …!