Alimentazione del bambino, fabbisogno nutrizionale tra 0 e 4 mesi


Il cibo, una risorsa da coltivare

È grazie al suo cibo che il tuo neonato costruisce il suo organismo, è un elemento chiave della sua crescita, oltre che per il suo peso e le sue dimensioni, nonché per il buon sviluppo del suo cervello. I pasti sono un momento importante per il tuo bambino: gli forniscono i nutrienti e le calorie necessari per la sua crescita, gli permettono di acquisire gradualmente un ritmo ed è un momento di comunicazione con la persona che gli dà da mangiare. La qualità del cibo offerto è studiata per promuovere, oltre alla crescita ottimale, una buona salute e limitare il rischio di allergie, carenze o altre malattie, durante i primi anni di vita, ma anche per l'età adulta. Durante il periodo dei primi 1000 giorni che comprende la gravidanza e i primi 2 anni, il bambino è molto vulnerabile e la sua dieta deve essere il più adatta possibile. A ciò si deve aggiungere la dimensione emotiva di questo contributo nutrizionale. I pasti sono un momento privilegiato di scambio, sin dalla tenera età, tra mamma (o papà) e suo figlio.

Le quantità raccomandate di latte

In caso di allattamento al seno, le poppate vengono inizialmente fatte al risveglio, poi su richiesta, con una grande variabilità nel numero e nella durata delle poppate. (torna agli articoli per l'allattamento)

In caso di biberon, le dosi giornaliere generalmente offerte sono 6 bottiglie da 120 ml (4 misure di latte) a 1 mese, 5 bottiglie da 150 ml (5 misure) a 2 mesi, 4 bottiglie da 180 ml (6 misure) a 3 mesi e 4 bottiglie da 210 ml (7 misure) a 4 mesi. La quantità raccomandata di latte può anche essere calcolata secondo la formula Appert: 1/10e peso in grammi + 200 a 250 g / giorno. Tuttavia, il numero e il volume delle bottiglie variano da un bambino all'altro e da un bambino all'altro da un giorno all'altro. Sapere come rispettare l'appetito del tuo bambino e non costringerlo mai a finire un biberon. Le curve di crescita sono testimoni di una dieta adattata.

Durante i suoi primi 2 mesi, il peso del tuo bambino aumenta rapidamente: prende in media da 25 a 30 g al giorno, quindi 20 g al giorno fino a 4 mesi. Questa è una media, vale a dire che in alcuni giorni non ci sarà alcun aumento di peso e in altri giorni un aumento di peso significativo. Per evitare l'ansia, è meglio non pesare il bambino ogni giorno, ma solo una volta alla settimana per i primi mesi, tranne nel caso di una patologia specifica, come la diarrea. A questa età, il suo sistema digestivo è ancora immaturo e può solo digerire i cibi a base di latte. Anche i suoi reni sono immaturi e la composizione del latte deve tenerne conto.

Latte, cibo per il neonato

Fino a 4-6 mesi, il latte è l'unico alimento per il tuo neonato. Alla fine della gravidanza o al momento del parto, hai preso la decisione, con il padre, di dare il tuo bambino o di darglielo. Il team sanitario farà di tutto per aiutarti a nutrire il tuo bambino nel miglior modo possibile. Il latte materno o il latte per neonati sono molto ricchi e contengono i diversi nutrienti di cui il tuo bambino ha bisogno. La composizione del, il suo sapore, la sua consistenza si evolve durante l'alimentazione, ma anche in base ai momenti della giornata e nel corso dei mesi. Il tuo bambino infatti ha bisogno a volte di più idratazione, più lipidi, più ferro … Per quanto riguarda, o "latte artificiale", è composto in modo diverso in base alle categorie di età ed è adattato alle esigenze nutrizionali dei neonati. Tra la nascita e l'età dai 4 ai 6 mesi useremo un "latte di prima età" (chiamato per legge una "formula per bambini"). Chiedi consiglio al tuo medico per scegliere quello giusto per tuo figlio, poiché ce ne sono molti sul mercato. I latti venduti nei supermercati non sono sistematicamente di qualità inferiore rispetto a quelli venduti nelle farmacie.

Tuttavia, è essenziale evitare di scegliere prodotti che non sono adatti all'alimentazione di un bambino (chiamati in modo improprio ““, non obbediscono alle norme per il latte materno): latte “mandorle, castagne e cocco”, riso, soia, ecc. Venduti nella dieta o su internet. Allo stesso modo, il latte di cavallo molto alla moda e costoso non è adatto per l'alimentazione di un bambino; per quanto riguarda il latte di capra, non è adatto, tranne quando la sua formula è stata adattata industrialmente per soddisfare le normative europee per le formule per lattanti.

A volte, a seconda di alcuni disturbi digestivi, sarà necessario cambiare il latte: questo cambiamento deve essere guidato da un professionista dell'infanzia al fine di rispondere al meglio ai problemi funzionali presentati dal bambino. Il latte materno o il latte materno contengono la giusta quantità di grassi, carboidrati e proteine ​​che soddisfano le esigenze nutrizionali del bambino. Tra 4 e 6 mesi, le farine e alcuni cibi solidi verranno gradualmente aggiunti al latte. Questo sarà il periodo di, che ti permetterà di adattare la dieta alla crescita del tuo bambino.